PROTOCOLLO D’INTESA PER LO SVILUPPO DELLE RISERVE ORTONESI

//PROTOCOLLO D’INTESA PER LO SVILUPPO DELLE RISERVE ORTONESI

protocollo intesa sviluppo riserve ortonesi

Il 13 dicembre 2017 con la sottoscrizione del Protocollo d’Intesa tra Comune di Ortona, WWF Zona Frentana/Costa Teatina, CAI Ortona e Istituto Abruzzese per le Aree Protette è stato fatto un importante passo per la gestione delle Riserve Naturali Regionali “Ripari di Giobbe “ e “Punta dell’Acquabella” entrambe nel terrotorio comunale di Ortona, entrambe istituite con la già citata L.R. n. 05/2007 e rimaste “sulla carta” e senza gestione attiva per 10 anni.

«Si tratta di un importante strumento- spiega il sindaco Leo Castiglione- per rendere finalmente le nostre riserve fruibili e trasformare le loro grandi potenzialità in ricchezza. Si tratta di un atto concreto che permetterà di creare un gruppo di lavoro esperto con professionalità diverse che provvederanno alla programmazione e alla ricerca di fondi».

Il Comune di Ortona, come Ente Gestore, ha individuato come prioritario l’attivazione della gestione delle Riserve Naturali Regionali al fine di sviluppare iniziative e attività volte a promuovere le linee guida europee per la gestione integrata delle zone costiere, nonché i contenuti e gli obiettivi della Strategia Marina UE.

«L’attività svolta dalle Associazioni- sottolinea Andrea Natale dell’Istituto Abruzzese per le Aree Protette- come supporto nella gestione della riserva pone al centro il valore della tutela ambientale e della promozione di modelli di sostenibilità territoriale che valorizzino le risorse endogene migliorando la “qualità del vivere”, in stretta correlazione con lo sviluppo e il riequilibrio dell’ecosistema naturale e cittadino”.

«Sono molto felice di questo accordo- rileva Fabrizia Arduini, presidente del WWF- perché chiude il cerchio apertosi con il lavoro fatto per il riconoscimento delle Riserve Regionali».

«IL CAI è pronto, come sempre, a collaborare – conclude Francesco Sulpizio vice presidente regionale del CAI- al fine di valorizzare le nostre risorse, così come abbiamo già fatto in passato».

Il gruppo di lavoro operativo, sta già elaborato un primo progetto sul bando regionale per l’educazione ambientale insieme al CEA del Comune di Ortona e sta predisponendo la richiesta alla Regione Abruzzo per ottenere un primo finanziamento, in modo da rendere concreta la gestione delle riserve che devono diventare una vera opportunità per la Comunità che le vive e le abita.

(Fonte: sito web Comune di Ortona e Notiziario IAAP n.01/2018)

By |2018-11-29T12:01:15+00:00Settembre 6th, 2018|News|0 Comments

About the Author: